LA FILOSOFIA DELLA LETTERATURA. UN PREGIUDIZIO A FAVORE DELLA FINZIONE?