La "grande guerra": la fine di un mondo