La mostra Klein/Fontana Milano/Parigi 1957-1962 ricostruisce i rapporti tra Lucio Fontana e Ives Klein a cavallo degli anni Cinquanta e Sessanta e propone un attento dialogo tra le loro ricerche. Il saggio Fontana, Klein, Manzoni: tre vie dell’assoluto (irrisorio) secondo Emilio Villa analizza il lavoro dei tre artisti passando attraverso le riflessioni e la visione del poeta e critico d’arte Emilio Villa. In due testi pubblicati su “Aujourd’hui. Art et architecture” nel 1959 – due lunghi resoconti molto critici sulla situazione artistica italiana del secondo dopoguerra corredati da un ricco apparato fotografico – e in un breve ma ben articolato scritto sulla giovane arte italiana, Villa è tra i primi a riconoscere in Lucio Fontana e Alberto Burri i maestri dell’arte italiana del secondo Novecento e il punto di riferimento per i giovani artisti come i romani Angeli, Festa, Lo Savio, Schifano e Uncini, e i milanesi Manzoni e Castellani. Villa, quindi, riconosce una continuità tra la lezione di Fontana e Burri di riduzione, impaginazione strutturale e compositiva, dimensione mentale e assolutismo spaziale e materico, e le ricerche artistiche a cavallo tra anni Cinquanta e Sessanta, tra cui quelle di Manzoni. Il saggio parte da queste considerazioni e da tale contestualizzazione storico-documentaria per analizzare i testi scritti dal critico in quegli anni stessi anni, direttamente o indirettamente dedicati a Fontana, Manzoni e Klein. Visto il carattere poetico e fortemente sperimentale della scrittura di Villa, è stato indispensabile sciogliere le invenzioni linguistiche, i giochi di parole e le stratificazioni di riferimenti culturali, letterari e artistici, per ricostruire i riferimenti storici e artistici alla base delle idee di Villa sul loro lavoro. Si possono così ricostruire alcuni passaggi della realtà artistica italiana (romana e milanese) e internazionale, e mettere a fuoco alcuni elementi fondamentali della ricerca di Fontana, Klein e Manzoni.

Fontana, Klein, Manzoni: tre vie dell'assoluto (irrisorio) secondo Emilio Villa / Colombo, Davide. - (2014), pp. 196-207.

Fontana, Klein, Manzoni: tre vie dell'assoluto (irrisorio) secondo Emilio Villa

COLOMBO, Davide
2014

Abstract

La mostra Klein/Fontana Milano/Parigi 1957-1962 ricostruisce i rapporti tra Lucio Fontana e Ives Klein a cavallo degli anni Cinquanta e Sessanta e propone un attento dialogo tra le loro ricerche. Il saggio Fontana, Klein, Manzoni: tre vie dell’assoluto (irrisorio) secondo Emilio Villa analizza il lavoro dei tre artisti passando attraverso le riflessioni e la visione del poeta e critico d’arte Emilio Villa. In due testi pubblicati su “Aujourd’hui. Art et architecture” nel 1959 – due lunghi resoconti molto critici sulla situazione artistica italiana del secondo dopoguerra corredati da un ricco apparato fotografico – e in un breve ma ben articolato scritto sulla giovane arte italiana, Villa è tra i primi a riconoscere in Lucio Fontana e Alberto Burri i maestri dell’arte italiana del secondo Novecento e il punto di riferimento per i giovani artisti come i romani Angeli, Festa, Lo Savio, Schifano e Uncini, e i milanesi Manzoni e Castellani. Villa, quindi, riconosce una continuità tra la lezione di Fontana e Burri di riduzione, impaginazione strutturale e compositiva, dimensione mentale e assolutismo spaziale e materico, e le ricerche artistiche a cavallo tra anni Cinquanta e Sessanta, tra cui quelle di Manzoni. Il saggio parte da queste considerazioni e da tale contestualizzazione storico-documentaria per analizzare i testi scritti dal critico in quegli anni stessi anni, direttamente o indirettamente dedicati a Fontana, Manzoni e Klein. Visto il carattere poetico e fortemente sperimentale della scrittura di Villa, è stato indispensabile sciogliere le invenzioni linguistiche, i giochi di parole e le stratificazioni di riferimenti culturali, letterari e artistici, per ricostruire i riferimenti storici e artistici alla base delle idee di Villa sul loro lavoro. Si possono così ricostruire alcuni passaggi della realtà artistica italiana (romana e milanese) e internazionale, e mettere a fuoco alcuni elementi fondamentali della ricerca di Fontana, Klein e Manzoni.
9788891801746
Fontana, Klein, Manzoni: tre vie dell'assoluto (irrisorio) secondo Emilio Villa / Colombo, Davide. - (2014), pp. 196-207.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2813475
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact