Cento anni fa una catena di brillanti esperimenti e geniali intuizioni ha aperto la strada alla possibilità di comprendere le pro- prietà delle sostanze attraverso la visualizzazione della struttura tridimensionale dei cristalli e delle molecole, dando inizio alla cristallografia moderna. La cristallografia ha portato la visione molecolare nella scienza, ha popolato di immagini e strutture la chimica contemporanea, la biologia molecolare, le scienze farmaceutiche, la fisica dello stato solido. Grazie alla cristallografia moderna in questi 100 anni l’immaginario scientifico si è arricchito di splendide architetture molecolari, di meravigliose simmetrie, e il concetto di relazione tra forma e funzione si è esteso dal mondo macroscopico delle macchine meccaniche e degli organismi biologici al microscopico mondo delle macchine molecolari, dove dettagli grandi quanto un decimiliardesimo di metro determinano con precisione inesorabile le proprietà di un materiale per l’elettronica, l’efficacia di un farmaco, la funzione di un enzima. Per questo l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha decretato il 2014 l’anno dedicato in tutto il mondo a celebrare l’importanza della cristallografia. In questo quadro la International Union of Crystallography ha promosso la realizzazione di eventi in tutto il mondo. In Italia l’Associazione Italiana di Cristallografia ha promosso molte attività, tra cui una serie di mostre iniziate a Padova e organizzate in diverse sedi, con diverse declinazioni. Questa pubblicazione, che ha accompagnato nel 2014 la realizzazione dell'omonima mostra, ha inteso portare la cristallografia ai giovani e al pubblico interessato a cultura, scienza e arte.

CRISTALLI! / Alessia, Bacchi; Matteo, Tegoni; Chiara, Massera; Giorgio, Pelosi; Mario, Tribaudino; Lara, Righi; Luciano, Marchiò; Claudia, Graiff; Gloria, Bianchino. - (2014), pp. 1-88.

CRISTALLI!

BACCHI, Alessia;TEGONI, Matteo;MASSERA, Chiara;PELOSI, Giorgio;TRIBAUDINO, Mario;RIGHI, Lara;MARCHIO', Luciano;GRAIFF, Claudia;BIANCHINO, Doloris Gloria
2014

Abstract

Cento anni fa una catena di brillanti esperimenti e geniali intuizioni ha aperto la strada alla possibilità di comprendere le pro- prietà delle sostanze attraverso la visualizzazione della struttura tridimensionale dei cristalli e delle molecole, dando inizio alla cristallografia moderna. La cristallografia ha portato la visione molecolare nella scienza, ha popolato di immagini e strutture la chimica contemporanea, la biologia molecolare, le scienze farmaceutiche, la fisica dello stato solido. Grazie alla cristallografia moderna in questi 100 anni l’immaginario scientifico si è arricchito di splendide architetture molecolari, di meravigliose simmetrie, e il concetto di relazione tra forma e funzione si è esteso dal mondo macroscopico delle macchine meccaniche e degli organismi biologici al microscopico mondo delle macchine molecolari, dove dettagli grandi quanto un decimiliardesimo di metro determinano con precisione inesorabile le proprietà di un materiale per l’elettronica, l’efficacia di un farmaco, la funzione di un enzima. Per questo l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha decretato il 2014 l’anno dedicato in tutto il mondo a celebrare l’importanza della cristallografia. In questo quadro la International Union of Crystallography ha promosso la realizzazione di eventi in tutto il mondo. In Italia l’Associazione Italiana di Cristallografia ha promosso molte attività, tra cui una serie di mostre iniziate a Padova e organizzate in diverse sedi, con diverse declinazioni. Questa pubblicazione, che ha accompagnato nel 2014 la realizzazione dell'omonima mostra, ha inteso portare la cristallografia ai giovani e al pubblico interessato a cultura, scienza e arte.
CRISTALLI! / Alessia, Bacchi; Matteo, Tegoni; Chiara, Massera; Giorgio, Pelosi; Mario, Tribaudino; Lara, Righi; Luciano, Marchiò; Claudia, Graiff; Gloria, Bianchino. - (2014), pp. 1-88.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2806277
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact