In questo articolo, dopo aver brevemente inquadrato la concezione della reificazione in Storia e coscienza di classe di Lukács e quindi negli scritti giovanili di Adorno, prenderò in esame gli usi di tale nozione nella Dialettica dell’illuminismo. Sosterrò quindi che in Horkheimer e Adorno non si trova una vera e propria teoria specifica della reificazione ma si assiste piuttosto ad uno slittamento di senso negli usi della nozione, che viene progressivamente ampliata, fi no a riverberarsi su uno dei temi centrali dell’opera, vale a dire il rapporto asimmetrico tra spirito e natura e la priorità della seconda sul primo. In tal senso sosterrò, in dialogo critico con l’interpretazione proposta da Honneth, che la reificazione in Horkheimer e Adorno è anzitutto oblio della scissione naturale – oblio della genesi naturale dello spirito, dimenticanza della nostra naturalità caduca e contingente – e che dunque, nella comprensione di tale concetto, il rapporto con la natura è prioritario rispetto al rapporto con sé e al rapporto con gli altri: la natura non è solo oggetto ma anche soggetto della reificazione.

Corpus. Reificazione e anamnesi della natura nella 'Dialettica dell'illuminismo' / I. Testa. - STAMPA. - (2013), pp. 143-166.

Corpus. Reificazione e anamnesi della natura nella 'Dialettica dell'illuminismo'

TESTA, Italo
2013

Abstract

In questo articolo, dopo aver brevemente inquadrato la concezione della reificazione in Storia e coscienza di classe di Lukács e quindi negli scritti giovanili di Adorno, prenderò in esame gli usi di tale nozione nella Dialettica dell’illuminismo. Sosterrò quindi che in Horkheimer e Adorno non si trova una vera e propria teoria specifica della reificazione ma si assiste piuttosto ad uno slittamento di senso negli usi della nozione, che viene progressivamente ampliata, fi no a riverberarsi su uno dei temi centrali dell’opera, vale a dire il rapporto asimmetrico tra spirito e natura e la priorità della seconda sul primo. In tal senso sosterrò, in dialogo critico con l’interpretazione proposta da Honneth, che la reificazione in Horkheimer e Adorno è anzitutto oblio della scissione naturale – oblio della genesi naturale dello spirito, dimenticanza della nostra naturalità caduca e contingente – e che dunque, nella comprensione di tale concetto, il rapporto con la natura è prioritario rispetto al rapporto con sé e al rapporto con gli altri: la natura non è solo oggetto ma anche soggetto della reificazione.
9788857517087
Corpus. Reificazione e anamnesi della natura nella 'Dialettica dell'illuminismo' / I. Testa. - STAMPA. - (2013), pp. 143-166.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Italo_Testa_Corpus_Reificazione_anamnesi_Dialettica_Illuminismo_orig.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Creative commons
Dimensione 141.64 kB
Formato Adobe PDF
141.64 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2761387
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact