Il contributo consta di una prima parte di carattere generale, nella quale ai problemi della traduzione che nascono già nell’antichità si accompagna una rassegna ragionata sui diversi modi di intendere il nostro verbo “tradurre” nel mondo romano. La seconda parte è più analitica: si focalizza l’attenzione sulla traduzione (prodotta dall’autrice) di alcuni versi del V libro dell’Africa di Petrarca al fine di coglierne le modalità e le riflessioni che hanno condotto a puntuali scelte traduttive.

Un esempio di traduzione latina: Petrarca Afr. V, 107-110 / VOCE, Stefania. - STAMPA. - (2013), pp. 162-169.

Un esempio di traduzione latina: Petrarca Afr. V, 107-110

VOCE, Stefania
2013

Abstract

Il contributo consta di una prima parte di carattere generale, nella quale ai problemi della traduzione che nascono già nell’antichità si accompagna una rassegna ragionata sui diversi modi di intendere il nostro verbo “tradurre” nel mondo romano. La seconda parte è più analitica: si focalizza l’attenzione sulla traduzione (prodotta dall’autrice) di alcuni versi del V libro dell’Africa di Petrarca al fine di coglierne le modalità e le riflessioni che hanno condotto a puntuali scelte traduttive.
9788890678127
Un esempio di traduzione latina: Petrarca Afr. V, 107-110 / VOCE, Stefania. - STAMPA. - (2013), pp. 162-169.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2590047
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact