Degrado e banalizzazione del paesaggio italiano: una prospettiva di lettura geografica