Filippo Meda e il movimento cattolico europeo