Minima moralia. Lo strano caso della Regione Emilia Romagna