Il diritto di pensare all'infinito