Mary Shelley a Teresa Guiccioli, maggio 1824 (Inghilterra)