«I tuoi teneri stami, i versi»: percorso critico per Pier Luigi Bacchini