Una porta per la storia?