L’occhio e la piazza: note di geografia della percezione